Game of Thrones Season 4 – il punto fino alla 4×04

Postato il Aggiornato il

Ammettiamolo. Se non fai un post su Game of Thrones mentre va la nuova stagione non sei nessuno. Fra chi commenta ogni singola puntata, chi fa i riassuntoni, chi fa le vignette, potevo mancare io?

Ora va da se che sé non siete in pari di qui in poi ogni riga è uno spoiler. Ma va altrettanto da sé che se non siete in pari non ve ne frega un cazzo di Game of Thrones, oppure vivete lontano da internet eccetto per lo streaming e il mio bellissimo blog.

Andrò un po’ a caso commentando quello che è successo in questi primi 4 episodi per gruppi di personaggi. Se volete un riassunto dettagliato c’è quella cosa chiamata Wikipedia.

Via con la sigla.

#TeamSTARK

Come sapete la compagine Stark si è ridotta notevolmente nel susseguirsi delle stagioni, tanto che fa un certo effetto riveder la primissima puntata dove erano tutti belli felici e contenti nei 10minuti iniziali. Provate anche voi, è un po’ come guardare le foto dei nonni.

Arya. Ecco voglio andare controcorrente e dirvi che io mi sarei anche rotto delle scampagnate della piccola Stark. Ok che diventa più tosta di volta in volta. Però oh, anche basta, è quasi 15 puntate che va a zonzo per le campagne senza una meta. Arya è finita la “pasquetta“. Torna a casa, vai a lavorare, mettiti insieme al Mastino, insomma fai qualcosa per Dio…

Sansa. Apriamo una parentesi. Sophie Turner sta crescendo, e diventa più gnocca ogni giorno che passa. Qui ormai è una corsa contro il tempo. I truccatori non sanno più come fare per renderla anonima e slavatina. Urge rimedio. Chiusa parentesi. Venendo al personaggio, c’è poco da dire. Passa di protettore in protettore, dalla padella alla brace. Prima il bambino sadico, poi il nano innamorato della serva, ora da Mister Maniaco Ditocorto. Lei continua a non capirci niente.

Bran. E’ a prender freddo al di là della Barriera, poi si ricorda il nome che porta e fa la cazzata di finire in trappola da coso. (non mi ricordo il nome, e su wikipedia non ci vado che spoilera tutto).

Rickon. Ho scritto lettera a “Chi l’ha visto?”, vi faccio sapere.

#TeamLANNISTER

BM.jpeg

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Raga i Lannister sono i veri mattatori di questa 4 stagione. Senza di loro noia assoluta. A King’s Landing ci si diverte di brutto. Ogni giorno ne succede una.

Tyrion&Jaime. Grande dialogo nell’ultima puntata. Fratelli accomunati dall’onta (presunta e reale) di aver ucciso il Re in carica. La figura dimessa di Tyrion, unita a quella decaduta di Jaime, da nuova luce ai due e li mette su posizioni diverse. Se Tyrion ingabbiato per l’omicidio di Joffrey è meno presente, meno sarcastico e più maturo; chi ottiene le nostre attenzioni è Jaime che completa così il suo passaggio da “cattivo” a beniamino degli sfigati. Poi mica per altro, ha fatto una combo difficilmente replicabile: stupro con incesto carpiato, su salma del figlio/nipote appena deceduto. Voto unanime 10. Applausi.

Cersei. E’ incazzata. Tanto incazzata. Fine.

Joffrey. Doveva morire peggio. Invece fa la fine da fighetta. Il veleno è una dolce morte rispetto a quello che si meritava. Certo ci siamo persi per strada il cattivone numero 1. Si ok, ne arriveranno altri, ma insomma Joffrey è quello che ci ha ammazzato Ned Stark e la puttana dai capelli rossi (si, la più fica della serie). Quasi mi manca!

Twyn. Il Big Boss è sempre il migliore per cinismo e raziocinio del comando. Joffrey Muore? Fottesega. C’è un altro nipote maschio. Gli si insegna a scopare, gli si trova moglie ed è tutto uguale a prima.

Tommen. E’ il sostituto di Joffrey. Ora alzi la mano chi lo aveva visto prima della seconda puntata?

#TeamBARATHEON&TYRELL

Stannis. Fortuna si vede poco, perché fa due palle… E’ sempre lì con la menata della religione. Ogni tanto brucia qualcuno e se la fa prendere bene. Per il resto del tempo s’incazza con Davos. E’ quasi due stagioni che va avanti questa manfrina. Muori please.

Davos. Va a lezione d’Italiano da quella grammar nazi figlia di Stannis. Altra noia assoluta.

Margaery. Nulla da fare, qui siamo di fronte al più grande talento inespresso di Westeros. Prima Renly, poi Joffrey. La sposano, non consumano, e poi crepano. Lei rimane senza corona e a bocca asciutta. Mi offrirei io in sacrificio, ma non ho il badge con su scritto “Tuo prossimo Re”. Tant’è che dopo il gay e il sadico è il turno del bambino. Che immane spreco…

NonnaTyrell. Grande troiona da giovane, grande doppiogiochista da vecchia. Insomma, non è cambiata di una virgola.

#TeamKHALEESI

Qui è inutile fare distinzioni fra personaggi. Ormai al di là del mare stretto è Khaleesi Land. E francamente è diventato il personaggio più monocorde di tutta la saga. Un’invasata che passa di città in città e libera gli schiavi senza colpo ferire. Emozioni o colpi di scena ZERO. Ormai è un movimento per i diritti umani più che una guerra. Proprio lei che stava con uno che avrebbe stuprato donne e bambini di mezzo mondo.

Prima era carismatica ora è insopportabile con quella sua cazzo di FriendZone, la sua retorica, i suoi draghetti spensierati, i suoi assistenti innamorati e sopratutto i suoi vestiti sempre indosso, almeno una volta stava nuda per gran parte del tempo.

 

#TeamJONSNOW

Alla Barriera grande sbattimento per l’imminente guerra. I corvacci lavorano ma non sembrano proprio convinti di farcela. Intanto nei villaggi vicini i Bruti feat. BrutiNazi ammazzano e mangiano la gente.

JonSnow. A me il povero Jon fa tanta tenerezza. Non sa cosa vuole dalla vita, sta matematicamente sul cazzo ai suoi superiori, si è fatto quasi uccidere dalla sua amata, vorrebbe fare il leader ma si vede lontano un miglio che non gliela fa. Ora si è deciso di andare da i ribelli capitanati da Coso, ignaro di trovarci il suo canelupo e Bran. Chissà che casini ci combina…

Sam. Ammazzatelo. Con lui va bene pure il veleno. Ora non è che Westeros sia pieno di furbi, ma lui è veramente il re dei dementi. E’ innamorato della tipa con neonato al seguito, si rende conto che Castle Black con la sua popolazione di soli uomini (di cui la gran parte ex criminali) può essere un posto pericoloso lei. E allora che fa? La porta in un bordello, roba che in confronto le Favelas sono l’apoteosi del lusso, e la caga lì con un tozzo di pane e il suo nome a proteggerla. Mah…

Coso. E’ al di là della barriera a casa di quello che scopava le figlie. Figlie che attualmente scopano gli amici di Coso, mentre lui beve vino dal teschio e ragiona nel vuoto. Io l’ho già estremamente antipatico, quindi se tanto mi da tanto, rimarrà vivo per un bel po’.

#TeamYGRITTE

In questo team io sono l’unico iscritto. Voi non siete invitati, è roba mia, girate a largo.

Lei è #Ready ma in queste 4 puntate è apparsa poco. Di sicuro non è impegnata nell’uscire con il sottoscritto (sennò col cavolo che stavo qui a scrivere sul blog). E per qualche cazzo di motivo che ancora mi sfugge, gli sceneggiatori non la mettono in tutte le scene. Se continua così toccherà fare una petizione online.

In questa 4 stagione si è vista due volte. Nella prima è l’unica che ha avuto le palle di minacciare il BrutoNazi. Nella seconda ha piantato un po’ di frecce in corpo ad indifesi padri di famiglia (che donna meravigliosa). Il tutto con il lutto nel cuore. Dite quello che volete ma Ygritte, oltre ad esser bellissima, in un mondo di personaggi meschini, senza scrupoli, privi di ogni sentimento, e dediti al vizio come forma di piacere personale, è viva,  innamorata e delusa, rabbiosa e cattiva, insomma Ygritte è #Ready.

Ci vediamo al prox riassuntone.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...