I finalmente visti 2014

Postato il Aggiornato il

Mi sembrava giusto dire la mia su una serie di film importanti usciti a suo tempo e che ho volutamente cannato. Vediamoli brevemente insieme.

Vita di Pi

In molti hanno sottolineato la bellissima storia e il fantastico uso del 3D. Su quest’ultimo punto non so dirvi, perché l’ho guardato sul divano di casa. Sul fatto che sia coinvolgente ed emozionante invece ho una sicurezza. E’ una cazzata.

Vita di Pi è una palla micidiale, la storia di uno che racconta una grande panzana su come sia sopravvissuto ad un naufragio solo per renderla più bella e affascinante. Beh caro PI la dovevi farcire meglio perché da metà in poi mi sono ammazzato di noia. E di film su uno che sparava fandonie c’era già Big Fish, che tra l’altro me lo ricordo bello ma neppure troppo.

La Grande Bellezza

Mi ci è voluta tutta per trovare la voglia di vedere l’ultimo film di Sorrentino dopo quella schifezza che era This Must Be The Place. Questo è molto meglio, ma non mi ha convinto fino in fondo.

Su La Grande Bellezza si è detto di tutto, mille discussioni infuocate su facebook e sui blog. Ad un certo punto sembrava lo scontro fra ultras per un derby. Io riconosco l’immensa bravura di Paolo Sorrentino nel girare sequenze visivamente bellissime, però  lo trovo un eccesso fine a se stesso, e anche il film nonostante alcune grandi intuizioni si rivela vuoto, povero di contenuti. Non mi ha lasciato nulla. Amen.

Smetto Quando Voglio

L’opera prima del giovanissimo (è poco più grande di me quindi l’affermazione va bene) italiano Sydney Sibilia è un film gradevole, con l’umiltà di chi fa una commedia carina senza eccedere in personalismi. Smetto Quando Voglio rinfresca il panorama dei film nostrani, quanto meno con un film dallo stile diverso, senza quella patina da fiction, e con una serie di momenti azzeccati che fanno inevitabilmente ridere. Nulla di eccezionale, ma ce ne fossero…

Gravity

In un anno dove l’Oscar per miglior film straniero lo vince La Grande Bellezza, poteva andar peggio con la statuetta principale? Ebbene sì. Ragazzi Gravity è brutto. Non si è ben capito perché sia piaciuto a tutti, abbia fatto gli incassi che ha fatto, e che abbia esaltato da matti. Ma NO. Levata la prima strabiliante sequenza è un lungo strazio di azioni a ripetere e robe improbabili. Che senso hanno i supertecnicismi realistici solo a tratti? Ma poi lei che praticamente circumnaviga la terra in 2 ore, gente che rimbalza a caso e che in assenza di gravità vola via da ferma. Su dai, è una sòla e manco divertente.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...