John Wick di Chad Stahelski

Postato il Aggiornato il

“Tutti mi chiedono se sono tornato. Si, penso di essere tornato” Ok. Questa me la rigioco a Lucca il prossimo agosto.

John Wick è un bel tenebroso che vive da solo in una villa superlusso. Sua moglie è appena morta  di malattia, ma prima di farlo gli ha regalato un cucciolo di beagle via posta. John un po’ depresso una mattina si alza, prende la sua Mustang del 69 tirata a lucido, e va a fare i 360 all’aeroporto così tanto per sfogare l’incazzatura; ma durante il tragitto mentre mette benzina, Theoden (quello di GoT) in versione criminale russo gli adocchia la macchina. La sera stessa gli entra in casa, lo massacra di botte, lo prende per il culo, poi gli ammazza il cane e gli frega l’auto.

Riassumendo: tenebroso ricco, con moglie morta, cucciolo regalato da lei ammazzato, faccia tumefatta e macchina fregata dallo sfigato di Theoden.

Chiaro che uno poi s’incazza e sbrocca. Per di più questo John Wick è un superkiller in pensione. Quindi #sticazzi la premessa è servita in 15 minuti scarsi. Per gli altri 85 inevitabili spari, botte e dialoghi senza senso.

Keanu Reeves torna al cinema d’azione in un film di serie B che punta tutto sull’appeal del revenge movie. Purtroppo quello che doveva essere un giocattolino divertente e supergasato, è tremendamente sgonfio. John Wick vorrebbe essere un mix tra l’indistruttibile Jason Bourne e il Chow Yun Fat di The Killer, ma non ha la credibilità del primo ne la plasticità poetica del secondo. Keanu si aggira di location in location entrando dalla porta principale senza un cazzo di piano, spara magicamente sempre per primo anche in mezzo a 15 uomini armati. In un accumulo di scene tutte uguali, con il ritmo che va calando di volta in volta a metà del film s’inizia a implorare la fine, i sorrisi si tramutano in sbadigli con tanto di sonno in agguato ogni qualvolta qualcuno apre bocca.

Rivedetevi un Bourne qualsiasi, godete di più.

Alcune note di colore:

– C’è anche Willem Dafoe. Così a caso. Deve essere indietro con il mutuo.

– Nel mondo di John Wick la mala paga la gente in gettoni d’oro. Gli stessi che dava Iva Zanicchi a Ok il Prezzo è giusto.

– C’è andata pure mia nonna a Ok il Prezzo è Giusto. Ora capisco tante cose di casa mia.

– Il cucciolo ha 5 scene, di cui una che caga in giardino. Giuro.

– Ad una certa appare una barista di una bellezza devastante. Stavo quasi per ordinarle un cocktail allo schermo del pc.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...