Cinquanta Sfumature di Grigio di Sam Taylor-Johnson

Postato il Aggiornato il

Diciamolo subito. A me è piaciuto. 259715-400-629-1-100-50-sfumature-poster-pc-sonfi-computer-immagini-sexy Scherzo. Fa schifo. Volevo solo mettervi un poco d’ansia e aumentare i click fregandovi con la preview di facebook.

L’IMPERDIBILE ESPERIENZA LIVE SU GRANDE SCHERMO

– Andare a vedere 50 Sfumature di Grigio al cinema ti fa provare l’emozione del proibito e della vergogna. Ma mica per i presunti contenuti spinti, vergogna per l’assenza di contenuti a qualsiasi livello. Io alla cassa ho praticamente sussurrato il nome del film, e la donna al di là del vetro una volta capito che ero da solo mi ha guardato come si fa con i maniaci.

– Un centinaio persone in sala. Quasi tutte donne, di qualsiasi età ed estrazione sociale. Dall’attempata signora alla ragazzina. Fra loro a malapena 6 uomini. Giuro li ho contati. E in un risicato 5% di possibilità, accanto a me uno di loro. Figurati. D’altronde se bisogna soffrire, tanto vale farlo fino in fondo.

– Il film inizia e parte il casino. E’ tutto un chiacchericcio, risate e telefoni che squillano. Anastasia dice una frase a caso tipo “Vado di fretta” e tutte sghignazzano. Mr. Grey dice “Ciao come va?” e sghignazzano ancora più forte. I due stanno per baciarsi, e partono i commenti. Mr. Grey si presenta sulla terrazza con l’elicottero, euforia alle stelle e applausi. Capito come? 100 anni di femminismo tirati nel cesso così.

-Metà film se ne va. L’eros non si accende e allora tutti a ingozzarsi di pop corn e bibite. Masticano fortissimo per ammazzare il tempo. Poi arriva un barlume di scena hot e cala il silenzio. Qualcuno parla per mascherare l’imbarazzo.

– Verso la fine succede una cosa incredibile. Scopro che il tipo accanto a me è in compagnia della fidanzata, o per lo meno così immagino, perché ad una certa la tipa se lo abbraccia fortissimo e poi avvicina pericolosamente la sua faccia alla sua. Ed è li che pensi: gli è presa bene e ora se lo limona duro Invece no. Gli dice qualcosa sottovoce e poi… si mette a piangere! Aiuto.

IL FILM

50 Sfumature di Grigio è ambientato in un mondo bellissimo. Gli uomini sono tutti fisicati e di bella presenza, le donne tutte modelle strafighe. E poi si beve sempre e solo vino a qualsiasi ora, e nessuno lavora. Insomma un mix fra la Milano Imbruttita e un circolo Arci del lusso. E in questo fantastico mondo ci sono Anastasia Steele e Christian Grey.

Anastasia, pure lei un gran fica (o a me Dakota Johnson piace), per dovere di sceneggiatura dev’essere un po’ più bruttina delle altre; allora ecco che va agli appuntamenti importanti con la camicetta di tua nonna ed è un sacco impacciata e timida, così da far scattare il processo d’identificazione (donne incazzatevi). Christian invece è un uomo determinato e di successo. Ma sopratutto è uno stalker abilissimo, con un occhio più chiuso dell’altro (qui) e una faccia da pesce lesso tipo nel 90% dei casi. Ma ha anche un lessico meraviglioso, preso direttamente dal dizionario Boldi-Desica prima edizione, riesce a dire frasi sensuali come “è l’ora del bagnetto cara” oppure “adesso ti porto nella mia stanza dei giochi“. Senza contare che ha un passato oscurissimo fatto di #stigrancazzi. Insomma se non lo avete capito Christian è sexy. Ah dettaglio insignificante: è ricco sfondato grazie alla sua azienda che produce GiganteschiBoh.

Quindi succede che queste due straordinarie e profondissime persone s’incontrano e s’ammucchiano s’innamorano. Una storia romanticissima. Tant’è che dopo 15minuti di nulla succede che Anastasia esce, si ubriaca, vomita in ogni dove e StalkerChris la porta in hotel. Lei al mattino si sveglia con il post sbronza, lui le da il buongiorno, si leva la maglietta, mostra l’addominale e poi si avvicina quasi per darle il primo sospirato bacio. A quel punto lei alita e lui decide che forse è meglio farsi una doccia.

Dopo un susseguirsi di sbadigli emozioni da mille e una notte, arriva il fatidico momento. Christian porta la sua bella nel mega appartamento di Seattle e qui succede quello che tutte le donne sognano. Lui le offre un calice di vino e un romantico contratto di riservatezza da firmare. Lei firma e poi parte il dialogo dell’anno.

– A.S.: Adesso facciamo l’amore? – C.G.: Io non faccio l’amore, io scopo forte!

E fu così che la bella Anastasia scoprì le passioni nascoste del suo Mr. Grey. Un uomo che nell’intimità ama giocare a Golf con glutei di donna e legarle tutte con nodi alla marinara meglio di Capitan Findus.

Lacrime. Tante lacrime.

… di disperazione.

Annunci

2 pensieri riguardo “Cinquanta Sfumature di Grigio di Sam Taylor-Johnson

    kikoo99 ha detto:
    18 febbraio 2015 alle 12:46

    Come sempre…grande Berna!
    io dovrei vederlo domenica sera…ma non ho resistito alle tue recensioni…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...