Riflessioni

Il Cavaliere dal Cavallo Bianco di Theodor Storm

Postato il Aggiornato il

La new season di 24istanti inizia con un colpo di scena.

Non un film, non una serie tv e nemmeno un fumetto, ma un racconto del 1888.

Tranquilli questo non significa che il blog prenderà una svolta letteraria, oltre a non essere in grado, non leggo così tanto da giustificare più di 10 post l’anno. Semplicemente succede che sotto le feste mi sono riletto quello che è a uno dei miei libri preferiti. Der Schimmelreiter, in Italia Il Cavaliere dal Cavallo Bianco, una lunga novella dello scrittore tedesco Theodor StormLeggi il seguito di questo post »

Su Orson Welles

Postato il Aggiornato il

Doveva essere una recensione del documentario “Il Mago – L’Incredibile Vita di Orson Welles” ma è diventato altro.

Brevemente sul documentario. Il film di Chuck Workman è veramente ben fatto, piacevole da vedere ed interessante nel suo raccontare la vita di Orson Welles senza un narratore, ma solo con il montaggio d’interviste e pezzi di film. Una sorta di biografia composta da più voci. Non approfondisce e non aggiunge niente di nuovo, ma è una goduria sentir parlare Orson, registi famosi e tutte le persone della sua vita. Alla fine ne vorrete di più.  Leggi il seguito di questo post »

Game of Thrones – La quinta stagione

Postato il Aggiornato il

Benvenuti a questo “tiriamo le somme finali” del serial più visto e criticato del pianeta. Sigla.

Sì amici perché il momento più alto e divertente di tutta la stagione è stato il video per il RedNoseDay insieme ai Coldplay. Gran parte del cast in una serie di canzoni e sketch ben congeniati, in primis quello di cui sopra. Invece la versione integrale la trovate qua.

Ma veniamo ahinoi al cuore di questo post. La quinta stagione. (chiaramente Spoiler come se piovesse) Leggi il seguito di questo post »

Critica cinematografica online – La guida sintetica. parte 3 (I BLOG)

Postato il Aggiornato il

C’è stato un momento in cui ho pensato che questo articolo sarebbe stato totalmente inutile, perché dopotutto: è 24istanti il miglior blog di cinema, no?!

Poi è suonata la sveglia e sono tornato al mondo reale.

(Qui e qui i precedenti post)

I Blog non sono testate riconosciute, non sono magazine affermati, e il più delle volte non hanno nemmeno una linea editoriale; eppure prendono sempre più piede come punto di riferimento per molti lettori. Il motivo? Principalmente credo sia per il gusto di leggere un parere personale poche volte oggettivo, ma competente; c’è anche un’inevitabile affezione all’autore e il suo stile. Tipo a me siete affezionatissimi vero? VERO?!  Leggi il seguito di questo post »

Critica cinematografica online – La guida sintetica. parte 2

Postato il Aggiornato il

Qui la prima parte. Ci sono voluti 5 mesi per farmi venire voglia di scrivere questo post, ma finalmente ce l’ho fatta.

Senza troppe digressioni e parole buttate al vento, vi elenco una sintetica guida ai siti/blog/archivi italiani che si occupano di cinema con gusto e professionalità, così magari vi orientate meglio nella mediocre giungla dei pareri buttati là a caso dai primi che capitano.

Alcuni li trovate nel mio blogroll ma ribadisco perché tanto lo so che siete distratti.  Leggi il seguito di questo post »

Leggere di Cinema online – La guida sintetica. Parte 1

Postato il Aggiornato il

Per scegliere un ristorante o un albergo consultate Trip Advisor. Per pianificare un viaggio vi comprate la guida. Per avere un consiglio tecnologico andate su mille forum. Per consultare l’attendibilità di un venditore verificate i feedback. 

Invece se volete leggere di un film andate alla cazzo di cane… 

Qui serve la Lonely Planet della critica cinematografica online. Ormai è peggio che cercare un ristorante italiano all’estero. Certo non sarò io a scrivere la guida definitiva del leggere consapevole, ma qualcuno deve pur iniziare questo sporco lavoro. 

Applausi grazie.

Leggi il seguito di questo post »

Registi sopravvalutati, finiti, semplicemente mediocri

Postato il Aggiornato il

Si va a chiudere il 2014, ed è tempo delle immancabili classifiche di fine anno. Stavolta però mi tiro indietro da questo rito, non perché sia figo andare contro corrente bensì perché ho cannato quasi tutti i film belli. Quindi rispolvero un post che avevo parcheggiato all’autorimessa. 

Ecco a voi una lista di registi che in molti portano su un palmo di mano, ma di cui non ne vedo francamente il motivo. Un po’ per avversione personale, un po’ perché è veramente inspiegabile la nomea che si portano dietro. Tralascio volutamente gli italiani, perché è come sparare sulla croce rossa.

Leggi il seguito di questo post »